Logo Livio Felluga Torna alla Home page
X Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Accetto
> home
Iscriviti alla Mailing List di Livio Felluga
LIVIO FELLUGA PRESENTA ABBAZIA DI ROSAZZO 2009
LIVIO FELLUGA partecipa a LIFE OF WINE
illivio 2001 2006 e 2008 si mettono in mostra
Il Terre Alte Livio Felluga ... secondo Bruno Vespa
Il Terre Alte di Livio Felluga tra i preferiti di Bruno Vespa.
LIVIO FELLUGA ILLIVIO 2007 CONQUISTA L'ORO PER DECANTER
La prestigiosa rivista britannica ha premiato con la medaglia d'oro illivio 2007.
San Martino in Cantina
13 e 14 novembre 2010 - San Martino in Cantina
Vai alla pagina: [1] << 8.5 9.5 10.5 11.5 12.5 13.5 14.5 15.5 16.5 17.5 18.5 19.5 20.5 21.5 >> [27]

Livio Felluga

Novità

«Exodus. Arte per credere» di Safet Zec

«Exodus. Arte per credere» è il titolo della mostra dell’artista bosniaco Safet Zec, allestita fino al 31 maggio 2018 nella millenaria Abbazia di Rosazzo (Manzano - Ud), nell’ambito della rassegna biennale, giunta alla IX edizione della Fondazione Abbazia di Rosazzo. 
L’allestimento, realizzato nella chiesa e nelle sale dell’ex tribunale del compleso, presenta, oltre ad altre opere dell’artista, i grandi teleri dedicati al tema delle migrazioni, realizzati nel 2017 con tecnica mista, dall’olio alla tempera, dal collage al disegno.  Il ciclo, composto da 7 opere, fra le quali un polittico e un trittico, raffigura la presa di posizione dell’artista contro ogni forma di guerra e contro la tragedia delle migrazioni e della fuga.  Uomini che sorreggono corpi sofferenti o privi di vita, pervasi da un sottile movimento di fotogrammi sovrapposti. Il culmine d'intensità espressiva nella doppia crocifissione  posta sulla parete absidale; intreccio caritatevole di braccia che sostengono e si prendono cura di un corpo martoriato ritratto da due punti di vista 
Safet Zec nasce in Bosnia nel 1943. Il suo straordinario talento si manifesta sin dall’infanzia; si forma alla Scuola Superiore di Arti Applicate di Sarajevo e all’Accademia di Belle Arti di Belgrado. La scoppio della guerra nella ex Yugoslavia, la morte e devastazione a Sarajevo lo costringono a lasciare la sua terra. Nel 1992 è a Udine, poi a Venezia. Dalla fine del conflitto vive ed opera tra Sarajevo, Pocitelj, Venezia e Parigi.
La mostra è realizzata con la collaborazione di enti pubblici e privati, fra i quali la Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli e Livio Felluga. Aperto da mercoledì a domenica, dalle 09 alle 12 e dalle 15 alle 18, www.abbaziadirosazzo.it.

 
LIVIO FELLUGA S.r.l, Sede sociale Via Risorgimento 1, 34071 Brazzano - Cormons (GO) - Italia
Capitale sociale Euro 100.000,00 i.v., P.IVA 00438150310, Iscrizione C.C.I.A.A. Registro Imprese di Gorizia n. 00438150310
© 2018 Copyright LIVIO FELLUGA - tutti i diritti riservati. Informativa sulla Privacy
© Copyright project Web Industry