Loading...
logo

Vini bianchi

Pinot Grigio

Pinot Grigio
È sicuramente il vino friulano più conosciuto nel mondo: Livio Felluga conferisce al vino finezza ad eleganza, mantenendo i tenui riflessi ramati che ne caratterizzano il colore.

Vini bianchi

Pinot Grigio

Questo nobile vitigno deriva da una mutazione gemmaria del Pinot Nero e, prediligendo climi freschi, trova il suo habitat ideale in collina. La vinificazione Livio Felluga conferisce al vino finezza ed eleganza, mantenendo i tenui riflessi ramati che ne caratterizzano inconfondibilmente il colore. È sicuramente il vino friulano più conosciuto nel mondo.

Allevate in prevalenza a Guyot, le viti del nostro Pinot Grigio, affondano le radici nella Ponca (flysch di Cormòns in termini tecnici), terreno composto da marne e arenarie di origine eocenica stratificatesi sotto i mari nel corso dei millenni, che conferisce ai nostri vini sapidità e mineralità uniche. La vendemmia si è svolta durante la prima metà di settembre.
L’uva sana e perfettamente matura è stata raccolta a mano, in piccole cassette,
per preservare l’integrità della bacca. Delicatamente diraspata e lasciata in macerazione per un breve periodo, è stata quindi sofficemente pressata, ed il mosto così ottenuto è chiarificato per decantazione. È seguita la fermentazione a temperatura controllata in recipienti di acciaio inox. A fine fermentazione il vino è stato mantenuto alcuni mesi sui lieviti, per aumentarne complessità, cremosità e vocazione all’invecchiamento. Una volta imbottigliato, riposa in locali termocondizionati per l’affinamento.

Pinot Grigio D.O.C. Friuli Colli Orientali 2020 – 13 % vol.

Dettagli

Caratteristiche sensoriali

Colore:

Giallo paglierino acceso e brillante con lievi riflessi ramati.

Naso:

Complesso, fine ed avvolgente. Ricco e floreale, con note di fiori di acacia, gelsomino, biancospino, ginestra e sambuco. A seguire, richiami di frutta a pasta bianca e gialla quali pera, pesca, mela golden ed albicocca, fusi in una fresca mineralità ed una piacevole nota agrumata. Sensazioni dolci di crema al limone e creme brûlé sono sorrette da una freschezza speziata.

Palato:

Voluminoso, croccante, pieno. L’attacco è fresco e avvolgente, minerale e sapido. Aromi di bocca complessi con ricche note di pesca bianca, litchi, mela e melone invernale, fsi integrano a dolci sentori di pasticceria secca. Fresco, sapido ed equilibrato. Il finale molto lungo e persistente regala un retrogusto fruttato e salmastro.

Abbinamenti:

Particolarmente indicato per i piatti di pesce, antipasti di molluschi, risotti e sformati di verdure.

Scarica

In formato PDF la scheda del vino.

Vini correlati